La Chiesa di San Francesco, secondo la tradizione, fu eretta per la prima volta in quel luogo dallo stesso santo di Assisi nel 1222, ed originariamente era un piccolo romitaggio dove San Francesco dimorava e professava la fede quando veniva in Gaeta.

Poi nei secoli successivi fu ampliata per volere di vari personaggi illustri ed ospitò tombe gentilizie.
I due più importanti benefattori sono stati i re Carlo II d’Angiò e Ferdinando II di borbone.

La struttura attuale, in stile neogotico che si ispira alla scuola francese, risale all’ultimo rifacimento, realizzato da  Giacomo Guarinelli nel 1848 su commissione del Re delle due Sicilie  Ferdinando II di Borbone.

Vi si accede tramite due imponenti scalinate in marmo, al centro delle quali é situata una grande statua, detta “La Religione”, realizzata dal maestro L. Persico, che rapprrsenta Il Cristo che sorregge una grande croce.
Ai lati del portale di accesso sono situati degli ornamenti e delle statue, tra cui si notano quelle dei re benefattori re Carlo II e re Ferdinando II più una statua di San Francesco benedicente.

All’interno sono conservate diverse opere d’arte, tra cui le tele raffiguranti “l’Assunta” (1573) di Girolamo Imparato, “Il Riposo nella Fuga in Egitto” (sec. XVII) di Francesco Solimera, “La Circoncisione” e “L’Adorazione dei re Magi” (sec. XVI), “Le Tre Marie”e “La Crocifissione” (sec.XIX).

L’interno del Tempio é lungo mt.72 e largo mt.22, é realizzato su tre navate divise da cinque arcate a sesto acuto. Le navate minori terminano con due altari, la navata centrale per alcuni gradini sale fino al presbiterio, l’altare maggiore é in stile gotico.

E’ possibile celebrare anche Matrimonio nel Tempio di San Francesco a Gaeta, al centro dello storico quartiere Medievale.

Clicca sulle foto per iniziare la navigazione:

Foto Gentilmente offerte da Alfredo Reale