La Tiella di Gaeta

Lo stretto legame con il mare suggerisce, ovviamente, i tipici piatti a base di pesce: La Tiella di Gaeta di Polpi (detta anche di Polipi), la più composita ed unica “pizza” ripiena di Polpi, pomodorino fresco, peperoncino e variante con Olive di Gaeta.

Tiella di Gaeta

Gli alimenti più utilizzati e tradizionali per riempire una Tiella sono solitamente Polpi, Calamari, Scarola, Spinaci, Baccalà, Zucchine, Cipolle, Alici, Cozze ed altre varianti.

Per assaporarne al meglio la morbidezza e la compattezza, va mangiata con le mani, tagliata a spicchi, lasciando che l’olio coli sulle dita.
La tiella è una pietanza povera, dimenticata nel periodo del boom economico perché ricordava miseria ed arretratezza.
Oggi rappresenta invece una specialità apprezzata e ricercata sia dai turisti che dagli abitanti dei paesi vicini.

Negli ultimi anni l’Associazione Gaetavola sta cercando di recuperare, con successo, le tradizioni culturali ed enogastronomiche della sua terra: oltre ad organizzare manifestazioni gastronomiche sui prodotti tipici, è riuscita a far otterene alla tiella il marchio Denominazione Comunale d’Origine De.Co., attribuitole dal Comune di Gaeta nel 2005.

CLICCA E VISUALIZZA TUTTE LE NOSTRE ALTRE RICETTE

tiella di gaeta ricetta originale La ricetta Originale è segreta, ma…

Clicca per la ricetta originale!

Share Button